Natura đź’š Suoni Silenzi Colori Atmosfera – “Un’onda di gioia” Lago Grande di Avigliana

Uno sguardo immersi nella gioiosa Natura da un lato della riva del Lago Grande di Avigliana. Breve panoramica sulla montagna dove si erge la spettacolare maestosa Sacra di San Michele. Avigliana, Torino Italia

Il Lago Grande, originariamente chiamato ”il Lago della Madonna”, ha un’estensione di 91,4v ettari. Presso il lato nord-ovest del lago fuoriesce il canale della Naviglia, emissario che attraversa la Palude dei Mareschi, tra Avigliana e Sant’Ambrogio di Torino, immissario della Dora Riparia.

Come abbiamo precedentemente raccontato, il Lago Grande e il Lago Piccolo di Avigliana hanno avuto origine a seguito del ritiro del ghiacciaio segusino. Pare che si fosse creato un terzo lago, il quale però ebbe vita breve a causa dell’accumulo dei detriti scivolati dai rilievi collinari circostanti.


Irma Borno alias ”Il Cappello di Irma”

Video: Irma Borno alias ”Il Cappello di Irma

Condividi:

Arte e Cultura – ”Verde Risveglio”

Nel centro di Milano, adiacente alla facciata sud dello storico palazzo di Brera, sede della nota Accademia di Belle Arti, troviamo un piccolo, grande paradiso: l’Orto Botanico. Esso è riconosciuto dalla regione Lombardia come vero e proprio Museo.

La sua origine risale al 1774-75 durante l’azione di rinnovo e fondazione di enti pubblici finalizzati alla formazione e alla ricerca desiderata, voluta da Maria Teresa d’Austria. Grazie a lei il Palazzo di Brera divenne un vivace centro culturale nella Milano di fine Settecento. Per un lungo periodo fu sede di prestigiosa formazione in ambito medico e farmaceutico.

In epoca napoleonica l’Orto venne incrementato con nuove specie esotiche che ne sottolinearono l’aspetto decorativo; successivamente tornò alle originarie funzioni educative.

Nel 1935 venne annesso all’Istituto Superiore di Agricoltura per poi diventare competenza dell’UniversitĂ  degli Studi di Milano, che ancora oggi lo gestisce.

Alla fine degli anni ’90 fu realizzato un importante restauro conservativo che ha consentito di ripristinare l’originario disegno settecentesco.

L’Orto oggi è utilizzato a scopo di attivitĂ  didattiche e di ricerche, in ambito scientifico, storico, artistico e dell’educazione al rispetto e alla valorizzazione del patrimonio culturale (e naturale!).

Orto Botanico di Brera – UniversitĂ  degli Studi di Milano

Testo a cura di Maria Chiara Pernici STAFF Il C appello di Irma

Video: Irma Borno alias ”Il Cappello di Irma

Condividi:

Pensieri ad alta voce – Pensiero 178, Blaise Pascal

L’impero fondato sul pensiero e sull’immaginazione rega qualche tempo ed è dolce e volontario; quello della forza regna sempre. Così il pensiero è come il re del mondo, ma la forza ne è il tiranno.
(da ”Pensieri”; pensiero 178. Blaise Pascal)

”Il pensatore” Auguste Rodin, 1880-1902

Voce e video: Irma Borno alias ”Il Cappello di Irma”

Condividi:

Arte e Cultura – “I Laghi di Avigliana”

I Laghi di Avigliana sono situati presso il comune di Avigliana, nella cintura di Torino, e risultano parzialmente protetti da una riserva naturale.

I laghi, di origine morenica, si sono formati in seguito al ritiro del ghiacciaio pleistocenico della Val di Susa. I due laghi sono separati da un grande istmo e, in base alle dimensioni, vengono denominati Lago Grande e Lago Piccolo.

Tramonto, Lago Grande di Avigliana

Irma Borno alias ”Il Cappello di Irma”

Condividi:

Musica per l’Anima – FROLIC | E’s Jammy James

”Frolic” E’s Jammy James, 2020

”Un sentiero nel giardino pubblico di Arles” Vincent Van Gogh, settembre 1888

Video: Irma Borno alias ”Il Cappello di Irma”

Condividi:

Arte e Cultura – ”La famiglia dell’artista (I compiti delle vacanze)” – Maurice Denis

Fonte: ”Gli Impressionisti” – Mondadori
Voce e video: Irma Borno alias ”Il Cappello di Irma”

Condividi:

Arte e Cultura – Alla scoperta della Basilica di Sant’Eustorgio

La Basilica di Sant’Eustorgio si trova nell’omonima piazza presso Milano (l’antica Mediolanum). Venne fondata in epoca romana tardoimperiale, intorno al 344, periodo in cui la cittĂ  era capitale dell’Impero Romano d’Occidente. Riconosciamo nella struttura la tipica basilica paleocristiana, anche se la facciata, di cui il progetto originale risale al secolo XII, è il risultato di un restauro in stile neoromantico realizzato dall’ingegnere Giovanni Brocca tra il 1864 e il 1865.

La leggenda narra che Sant’Eustorgio ricevette in dono da Costante I un enorme sarcofago di pietra contenete le reliquie dei Magi, collocato prima presso la Basilica di Santa Sofia a Costantinopoli. Oggi troviamo l’antico sarcofago nel transetto destro della basilica. Le spoglie, prima trafugate durante un saccheggio ad opera di Federico Barbarossa e poi restituite in parte nel 1904, sono custodite nella teca sopra l’altare della cappella dei Magi.

Di notevole importanza, oltre che di estrema bellezza, sono la Cappella dei Visconti e la Cappella Portinari.

Basilica di Sant’Eustorgio, Milano

Testo a cura di Maria Chiara Pernici STAFF Il Cappello di Irma

Video: Irma Borno alias ”Il Cappello di Irma”

Condividi:

Arte e Cultura – “Ettore e Andromaca” Giorgio De Chirico

“Ettore e Andromaca”, Giorgio De Chirico 1917
Olio su tela

I personaggi rappresentati sono ispirati a un celebre episodio raccontato nell’ “Iliade” di Omero, per il quale De Chirico nutriva un particolare interesse, dovuto anche alla sua origine greca.
Ettore sta per affrontare Achille; consapevole della quasi certa sconfitta, saluta affettuosamente la moglie Andromaca. Nell’episodio reale il figlio Astianatte gioca intorno a loro con l’elmo piumato del padre; qui non è raffigurato poiché il pittore rappresenta i due sposi quali MANICHINI naturalmente celibi, privi di vita e dunque impossibilitati nel generarne a loro volta.
La data della realizzazione parla chiaro quanto l’immagine dipinta: la commovente vicenda narra, esprime con forza il DRAMMA DELLA GUERRA, il paradossale dovere di abbandonare l’amore, la vita per incontrare il dolore, la fine.


I manichini riportano sui corpi dei segni, presenti anche sul volto a suggerire l’epòpteia, il “terzo occhio”, quello della vista superiore, sapienziale, in grado di vedere oltre, aldilà dello spazio e del tempo presente. Tra i segni sui corpi riconosciamo anche i TRIANGOLI, simboli mistici, magici, per questo portatori, secondo De Chirico, di INQUIETUDINE.


Nella drammaticità dell’evento, De Chirico sceglie di rappresentare comunque l’UNIONE, un’unione indissolubile, eterna. L’amore e forse il senso di ogni cosa; l’amore è la vita.

“Ettore e Andromaca”, Giorgio De Chirico, 1917

Testo a cura di Maria Chiara Pernici Studentessa dell’Accademia delle Belle Arti di Brera

Maria Chiara STAFF Il Cappello di Irma
Voce e video: Irma Borno alias ”Il Cappello di Irma”

Condividi:

News Arte – GALLARATE. Mostra “Impressionisti. Alle origini della modernitĂ ”

Mostra “Impressionisti. Alle origini della modernitĂ ”
Gallarate (Varese), dal 29 maggio 2021 al 9 gennaio 2022

Fonte: www.varesenews.it

Voce e video: Irma Borno alias ”Il Cappello di Irma”

Condividi:

News Scienza – SUPERLUNA | 26 maggio 2021

Fonte: www.catania.liveuniversity.it

Video: Irma Borno alias ”Il Cappello di Irma”

Condividi:

Pagina 1 di 67

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén