Categoria: Uncategorized Pagina 1 di 12

TAKASHI MURAKAMI

Voce e video: Irma Borno alias ”Il Cappello di Irma”

Fonte: www.artenews.it

”Dancing Queen” ABBA – COVER

Voce e video: Irma Borno alias ”Il Cappello di Irma” ft. Maria Chiara Pernici

Base musicale: Sing King Karaoke

A voi mitici ABBA, indimenticabili. Con infinita gratitudine!

Irma Borno ”Il Cappello di Irma” e Maria Chiara pernici

L’arte giapponese

Voce e video: Irma Borno alias ”Il Cappello di Irma”

Periodizzazione comunemente accettata della storia giapponese:

  • Jomon (縄文時代) dalle origini al 300 a.C. circa
    Il preriodo trae il suo nome dai “motivi a corda” con cui venivano decorati i primi manufatti in ceramica e comprende le prime testimonianze artistiche della protostoria giapponese.
  • Yayoi (弥生時代) dal 300 a.C. al 300 d.C. circa
    La produzione artistica è esteticamente semplice ma inizia a contemplare l’uso di tecnologie rivoluzionarie come il tornio. Caratteristica fondamentale è l’introduzione della metallurgia.
  • Yamato (大和時代) dal 300 al 710
    È il periodo segnato dalla supremazia del clan omonimo che, per primo, unifica il paese. Il tratto architettonicamente distintivo è l’edificazione di tombe a tumulo ricche e imponenti.
  • Nara (奈良時代) dal 710 al 794
    Per la prima volta viene fissata una capitale per l’impero: Nara. Precedentemente infatti essa variava alla morte dell’imperatore. Decisivo l’influsso del buddismo nella produzione artistica.
  • Heian (平安時代) dal 794 al 1185
    Fiorisce la produzione di mandala e nascono le prime pagode. La corte inizia a sviluppare una grande attenzione per le arti. Di questo periodo il celeberrimo Genji monogatari.
  • Kamakura (鎌倉時代) dal 1185 al 1333
    Prende il suo nome dall’omonimo shogunato durante il quale si assiste allo spostamento del potere dalla classe aristocratica a quella militare dei samurai. In arte prevale il realismo.
  • Muromachi (室町時代) dal 1336 al 1573
    Dopo la parentesi della città di Kamakura, la capitale imperiale torna a essere Kyoto. Gli artisti riprendono temi meno popolari e più aristocratici. Decisivo l’influsso dello Zen.
  • Azuchi Momoyama (安土桃山時代) dal 1573 al 1603
    Azuchi e Momoyama sono i rispettivi castelli dei daimyo Nobunaga e Hideyoshi la cui serie di guerre contraddistingue il periodo. Si afferma la scuola artistica Kano.
  • Edo (江戸時代) dal 1603 al 1868
    È il trionfo del potere politico e militare dei Tokugawa che, spostata la capitale a Tokyo, chiudono del tutto le porte ai contatti con gli stranieri. Grande l’attenzione data alle scienze e alle tecniche.
  • Meiji (明治時代) dal 1868 al 1912
    Il rinnovamento Meiji riconsegna il potere all’imperatore dopo secoli di dominio degli shogun. Il paese, a seguito di un forte impulso di industrializzazione, assurge a potenza militare.
  • Taisho (大正時代) dal 1912 al 1926
    È una fase di democratizzazione. La debolezza dell’imperatore consente, nonostante le derive imperialiste negli anni della guerra, l’affermazione di un diffuso liberalismo culturale.
  • Showa (昭和時代) dal 1926 al 1989
    Con la lunga reggenza dell’imperatore Hirohito il paese vive immensi rivolgimenti sociali e culturali determinati sia dalla seconda guerra mondiale che dalla ricostruzione postbellica.
  • Heisei (平成時代) dal 1989 al 2019
    Con l’ascesa al potere di Akihito si definiscono le caratteristiche culturali del Giappone moderno: un paese in cui convivono mirabilmente istanze futuristiche e tradizioni ancestrali.
  • Reiwa (令和時代) dal 1 maggio 2019
    La nuova era del Giappone ha avuto inizio ufficialmente il primo maggio del 2019, quando il principe della corona Naruhito è asceso al trono, come 126° imperatore del Giappone, succedendo al padre, l’imperatore Akihito.

Fonte: www.ArteGiapponese.com

IL POTERE DELLA PREGHIERA: Incoraggiamento GOSHO per oggi 1 dicembre 2019

Trasformiamo la Sofferenza in Energia d’Amore

Il Buddismo di Nicheren Daishonin

Incoraggiamento GOSHO per oggi 1 dicembre 2019

Video: Irma Borno alias ”Il appello di Irma” con Gabriella Veiluva

IL POTERE DELLA PREGHIERA: ”La Cerimonia Nell’Aria” Gongyo (formula breve)

Trasformiamo la Sofferenza in Energia d’Amore

Il Buddismo di Nicheren Daishonin

Recitazione del Mantra Nam Myoho Renge Kyo e Gongyo (formula breve) ”La Cerimonia Nell’Aria”

Video: Irma Borno alias ”Il Cappello di Irma” con Gabriella Veiluva

IL POTERE DELLA PREGHIERA: ”Daymoku” recitazione 15 minuti

Trasformiamo la Sofferenza in Energia d’Amore

Registrazione Daymoku Nam Myoho Renge Kyo

Video: Irma Borno alias ”Il Cappello di Irma” con Gabriella Veiluva

IL POTERE DELLA PREGHIERA – Accenni Principi fondamentali del Buddismo ” Parte 3

Trasformiamo la Sofferenza in Energia d ‘Amore

Principi fondamentali del Buddismo di Nicheren Daishonin

Video Irma Borno alias Il Cappello di Irma con Gabriella Veiluva

Parte 3

IL POTERE DELLA PREGHIERA – ” Accenni. . BUDDISMO PRINCIPI FONDAMENTALI”.Parte 2

Trasformiamo la Sofferenza in Energia d ‘Amore

Principi fondamentali del Buddismo di Nichiren Daishonin

Video Irma Borno alias Il Cappello di Irma con Gabriella Veiluva

Parte 2

IL POTERE DELLA PREGHIERA – ” Accenni. . BUDDISMO PRINCIPI FONDAMENTALI”.Parte 1

Trasformiamo la Sofferenza in Energia d ‘Amore

Principi fondamentali del Buddismo di Nichiren Daishonin

Video Irma Borno alias Il Cappello di Irma con Gabriella Veiluva

Parte 1

I CONSIGLI DELL’ESPERTA – Appunti sistema neuro-muscolare

Differenza tra discinesia, ipocinesia, ipercinesia, tardiva e primaria

Voce e video: Irma Borno alias ”Il Cappello di Irma”

D.ssa Irma Borno, dal 1987 specializzata in: massofisiokinesiterapia

Massaggio del Corpo, Linfodrenaggio Manuale, Medicina-Manipolativa-Riabilitativa, Omero-Scapolare Coxo-Femorale; Medicina Energetica Perdermostimolazione, utilizzo Perdermopuntore, MRT, Vega-Test, Vega-Check, Fitoterapia Integrata, MICROBIOLOGIE – BIOTECNOLOGIE iNDUSTRIALI (Lugano, Svizzera)

N.B. Le informazioni divulgate nel video non sono a scopo di lucro professionale, ma unico scopo è la divulgazione gratuita. Grazie

Tremori, spasmi, miotonia, crampi, fascicolazioni, tic

Tutti questi movimenti appartengono al grande gruppo delle “discinesie” Le discinesie in neurologia ed ortopedia sono alterazioni del movimento dei muscoli volontari, distinte in ipocinesie (movimenti difficili e rigidità) ed ipercinesie (movimenti involontari di vario tipo, spesso ripetuti con frequenze temporali ben definite). I movimenti citati nel titolo appartengono alle ipercinesie.

A volte le ipercinesie sono idiopatiche (non sono causate da alcuna patologia nota o in ogni caso non si riesce a fare una diagnosi precisa) e generalmente non sono indice di patologia; in alcuni casi tuttavia possono essere un campanello d’allarme “premonitore” che indica un danno a carico di uno o più componenti (corteccia cerebrale, gangli della base, midollo spinale, neurone, fibra nervosa, muscolo striato) del sistema che controlla la contrattilità di un gruppo muscolare. All’origine del danno motorio che provoca una ipercinesia, possono esservi:

  • malattie degenerative ereditarie o idiopatiche muscolari e/o nervose;
  • ictus cerebrale;
  • danno traumatico al sistema nervoso centrale e/o periferico;
  • utilizzo prolungato di farmaci, soprattutto neurolettici;
  • infezioni del sistema nervoso centrale.

A seconda della natura e della sede del deficit, possono svilupparsi quadri clinici diversi e di diversa gravità:

  • spasmi: possono essere tonici (lunghi e intensi) o clonici (brevi e rapidi). I più comuni sono provocati dal tetano (caratteristico lo spasmo dei muscoli masseteri che provoca il trisma), dall’ipocalcemia, da incompleta rigenerazione di un nervo dopo paresi;
  • miocloni: sono brevi e involontarie contrazioni di un muscolo o di un gruppo di muscoli; nelle persone sane compaiono tipicamente nella fase di addormentamento ma possono anche essere segni di malattie degenerative;
  • fascicolazioni: contrazione spontanea, rapida e a intervalli regolari di una o più unità motorie, senza esito motorio. Le fascicolazioni sono visibili e avvertite dal soggetto come guizzi improvvisi di una parte di un qualunque muscolo. Compaiono nei soggetti sani ma anche in alcune malattie gravi;
  • miotonia: contrazione prolungata della muscolatura striata anche dopo la fine dello stimolo eccitatorio;
  • tremori: sono movimenti oscillatori provocati da contrazioni alternate di gruppi muscolari antagonisti. Fra i vari tipi di tremore vi è il tremore cerebellare (detto tremore intenzionale, perché è accentuato durante il movimento), il tremore essenziale (anch’esso assente a riposo), il tremore senile.
  • corea: caratterizzata da movimenti rapidi, irregolari e non finalizzati, che possono interessare pochi gruppi muscolari o l’intero organismo;
  • atetosi: caratterizzata da movimenti più lenti e continui, che interessano le estremità e sono di solito associati ad aumento del tono muscolare;
  • emiballismo: caratterizzato da violente contrazioni dei muscoli del tronco e delle radici degli arti, localizzati ad una metà del corpo;
  • crampi: contrazioni dolorose e involontarie di uno o più muscoli, frequenti nelle persone sane, specie negli sportivi, dovute a sforzo muscolare prolungato e/o a perdita di elettroliti;
  • sincinesia: disturbo in cui al movimento di una parte del corpo corrisponde il movimento indesiderato di un’altra parte;
  • tic nervoso: movimenti stereotipati compiuti dall’individuo indipendentemente dal suo controllo, spesso su base psicogena.

Fonte: www.medicinaonline.co

Pagina 1 di 12

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén